Intervista a Ekaterina Matveeva: lingua, memoria e progetti educativi

Ekaterina Matveeva è una linguista, imprenditrice e insegnante, specializzata in apprendimento e memoria. E’ nata in Russia, a Mosca, ma ha anche qualche radice in Grecia e Polonia. Nella vita ha sempre viaggiato, ma ha iniziato a girare l’Europa solamente negli anni del liceo. Ha studiato linguistica alla Moscow State Linguistic University e ottenuto una borsa di studio per la Financial Academy of Business Vistula a Varsavia. Poi ha scoperto l’esistenza di Erasmus Mundus per continuare a studiare tra Spagna, Italia, Francia e Scozia, e in una scuola in Portogallo nel periodo estivo. Durante gli studi organizzò grandi eventi come G20 e campionati del mondo di dibattiti, e altri progetti da studente Erasmus alla Commissione Europea. Ma lei voleva imparare di più sul marketing, sulla gestione, sulla finanza e avviare la propria impresa, quindi iniziò il suo percorso verso il sogno di aprire una scuola tutta sua.

Com’è nata questa tua grande avventura e quali sono i tuoi progetti ?

<<Nel 2014  sono entrata nel mondo dello “sport di memoria”, ho iniziato la formazione per i campionati, partecipando lo stesso anno ai campionati di memoria in Cina. Successivamente, a Londra, ho fondato la mia scuola online e nel marzo 2015 ho lanciato una start-up in nome del mio blog “EuropeOnLine”, arrivando seconda. Nel settembre 2015 ho ottenuto una chiamata da Edimburgo con l’invito di continuare il mio progetto durante l’autunno successivo e così ho accettato. Le buone notizie arrivavano così rapidamente che non riuscivo a crederci. La mia start-up ha ottenuto un posto tra le 50 start-up migliori del mondo e il progetto”EuropeOnLine” è stato selezionato tra le 20 start-up migliori dell’anno 2015. In tre settimane ho anche vinto il titolo di UK Business Woman 2015 di TheGradFactor. Ho proseguito quindi i miei progetti con ancora più motivazione ed entusiasmo, fondando la mia compagnia a Edimburgo, con la speranza di diventare una società globale e con un nuovo nome: Amolingua.>>

http://amolingua.com/

http://amolingua.com/2015-year-in-review-ceo-ekaterina-matveeva/

<<Infine, durante l’estate di quest’anno sono arrivata in Italia con “Erasmus Entrepreneur” per esplorare il mondo educativo e scambiare nuove idee con gli imprenditori locali.

Attualmente sto lavorando a Mosca negli studi di “Mosfilm”, dove sto girando uno Show interamente dedicato alle lingue e alle capacità di memoria.>>

Parlaci dell’idea “Erasmus Entrepreneur”, com’è stata la tua esperienza di lavoro qui in Italia ?

<< Erasmus Entrepreneur è un ottimo modo di scambiare idee. Ho scoperto questa possibilità nel 2014, quando un mio amico imprenditore è andato in Germania. Così ho deciso di cercare il mio progetto alla fine del 2015. E ‘stata dura, ci sono state un sacco di offerte, ma non ero sicura che fossero effettivamente buone per me. Cercavo qualcosa nell’ambito all’educazione e quando ho parlato con il rappresentante della Cooperativa 3M ho capito che sarei stata in grado di lavorare a contatto con insegnanti e bambini. Questa idea è stata interessante per me, e mi ha arricchito parecchio a livello di esperienza nel lavoro con i bambini. All’inizio non sapevo bene cosa aspettarmi, ma quando sono arrivata mi sono completamente immersa nella vita locale. Ero già stata in Italia prima di questo viaggio, ma mai per lavoro, per cui la situazione era completamente nuova per me.

Questo scambio mi ha aiutato a ottenere nuove conoscenze, acquisire nuovi clienti per la mia scuola. E ‘stato bello poter insegnare agli insegnanti e collaborare su progetti sociali dedicati all’arte e alla multi-cultura.

L’aspetto più interessante però è stato quello di vedere la reazione dei bambini a una persona straniera: erano curiosi e desiderosi di imparare cose nuove in una lingua diversa.>>

Quali sono i vantaggi del fare questo mestiere ? Cosa ti trasmette a livello umano ed emotivo lavorare nell’ambito linguistico, dell’educazione e dell’istruzione ?

<<Sono curiosa del mondo, lo sono sempre stata. Credo che imparando nuove lingue e culture si possa vedere il mondo da diversi punti di vista. Parlare lingue straniere e viaggiare è una cura per ogni malattia. Sono felice di insegnare le lingue, o meglio, di poter ispirare chi vuole impararle.

Io, a fare questo lavoro, sento un sacco di energia. Sia quando imparo una nuova lingua, sia quando parto per un nuovo viaggio. Posso dire che è difficile essere un cittadino del mondo intero, ma posso anche dire che mi sento a casa ovunque e ho un sacco di amici in tutto il mondo. Ad esempio, ora che sto sviluppando la mia scuola con 63 colleghi, sento di essere comunque unita a tutti anche se siamo in diversi paesi: inizio alla mattina a parlare con la Cina e finisco la mia giornata parlando con qualcuno in  Messico o negli Stati Uniti. Ho davvero la sensazione che posso essere in molti posti diversi nello stesso momento.

Ho scritto i miei libri dedicati all’apprendimento delle lingue per indurre le persone a impararle, che sia per passione o per affari. Ricordate: una lingua si impara per aprire una nuova porta sul mondo ed essere in grado di connettersi con altre persone che condividono questa stessa passione.>>

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

©Giulia Sangiorgi – All rights reserved

©Ekaterina Matveeva -All rights reserved

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: